La cultura filippina è molto variegata, perché è il risultato dell'interazione che il territorio ha avuto con diverse popolazioni che commerciavano nella regione e lo controllavano nel corso degli anni. Il cibo filippino mostra le influenze cinesi, malesi, spagnole e americane adattate agli ingredienti e ai gusti locali. La cottura combina, all'interno dei piatti il dolce, l'aspro e il salato, creando ricette sorprendentemente buone.

I filippini, tradizionalmente, mangiano tre pasti principali al giorno (colazione, pranzo e cena) più uno spuntino pomeridiano chiamato meriénda. I piatti possono cambiare da semplici ricette, come pesce fritto combinato con riso, a quelli più sofisticati. I filippini non usano bastoni per mangiare, sicuramente gli spagnoli con i loro tre secoli di colonialismo, hanno introdotto pezzi di posate, ma i filippini usano solo forchetta e cucchiaio e non usano il coltello. Prima che arrivassero gli spagnoli nelle Filippine, i filippini mangiavano con le mani e questa abitudine è ancora attiva. Il "Boodle Fight" è un modo per servire un pasto tipicamente filippino che proviene da abitudini militari: il cibo viene servito al centro di un lungo tavolo sulle foglie di banano e la gente mangia in comune usando le mani.

info heading

info content


I filippini sono per lo più cristiani con un credo forte e sentito dal cuore. Ogni città delle Filippine ha una propria cattedrale e chiese e tutte le feste religiose sono considerate molto importanti così come i vescovi. Nelle Filippine sono organizzati molti eventi religiosi, molto popolari tra la popolazione locale, come il Nazareno Nero a Manila e il Senulug dedicato a Santo Nino a Cebu, che sono feste reali, con processioni. Questo forte credo può essere osservato anche all'interno delle leggi, infatti, nelle Filippine, il divorzio e l'aborto sono considerati illegali. Anche se più del 90% della popolazione è cristiana, ogni città presenta la sua comunità musulmana, in particolare nella regione di Mindanao. In tutta la nazione, è efficace, in ogni caso, la libertà di religione e c'è un grande multiculturalismo legato alla storia della nazione.

info heading

info content


Qui puoi trovare altri esempi di luoghi che i turisti visitano:

Palawan e l'arcipelago delle Bacuit

I professionisti del settore hanno votato Palawan come l'isola più bella del mondo. Palawan è un'isola e una regione filippina con una lunghezza totale di 434 Km e una larghezza massima di 39 Km. Palawan loda, grazie al loro valore naturalistico, due luoghi patrimoniali dell'UNESCO: il parco marino di Tubattaha Reef, con i suoi cristalli, e il parco fluviale sotterraneo di Puerto Princesa, il più lungo del mondo.

Nazareno Nero

Ogni anno, il 9 gennaio, milioni di filippini si incontrano a Manila per la processione del Nazareno Nero, una scultura di Gesù nera, che si rompe sotto il peso della croce sul percorso di 6,5 Km da Rizal Park alla cattedrale di Quiapo.

Festival del Sinulog

Si tratta di una festa culturale e religiosa che si svolge ogni terza domenica di gennaio a Cebu ed è una celebrazione a Santo Nio. Il festival attira ogni anno 1-2 milioni di persone provenienti da tutte le Filippine e accanto alla festa religiosa il festival è famoso per le sue feste di strada organizzate durante le serate del festival.

Cascate Pagsanjan

Queste sono le cascate più famose delle filippine. Sono una piscina naturale caratterizzata da acqua limpida e fredda. Sono raggiungibili con una piroga lungo il fiume o dall'alto con una breve escursione con partenza da Cavinti.

Bohol Island e le colline di cioccolato

Bohol è una splendida isola caratterizzata da coste incontaminate, calette pittoresche e dalle Chocolate Hills, rocce calcaree con una forma rotondeggiante che attirano turisti da tutto il mondo. Le colline sono più di 1000 e non possono essere scalate, ma possono essere osservate da un punto di osservazione. Durante la stagione più calda, l'erba che incaglia le colline si asciugano e acquisiscono colori marroni, da cui il nome.